fbpx

La sfilata di Jacquemus tra i Campi di Grano per la Primavera Estate 2021

Jacquemus tra i Campi di Grano per la collezione PE 2021: «L’Amore è nelle piccole cose». Celebra così l’amore e la naturale bellezza

Jacquemus tra i campi di grano - neomag.



Formula che vince non si cambia. Soprattutto in tempi di Covid e soprattutto se sei il designer più celebrato del mondo social, l’esteta per eccellenza per il quale ogni modello è un colpo d’occhio diverso.

Così torna Jacquemus tra i Campi di Grano per la Primavera Estate 2021. La prima volta in un campo di lavanda, adesso in un campo di grano a un’ora da Parigi, raso ad arte per lasciare giusto lo spazio della passerella e delle sedute per gli invitati. Nello scenario un letto, adagiato sulla ‘scenografia naturale del grano, chiaramente diventato subito virale.

La collezione si chiama “L’Amour” e la sensazione è quella ultrapoetica di un tempo sospeso in cui regnano poesia, colori pastello e musica gitana.

Jacquemus dopo la sfilata: «Ho voluto celebrare l’Amore»

«Ho immaginato le persone riunirsi celebrando l’amore – spiega Simon Porte Jacquemus – per ricordarmi che durante il lockdown, quando il mio team era separato, siamo diventati una catena umana che ha eseguito con amore ogni passo del processo creativo. Ogni decisione che prendo per Jacquemus è motivata prima dall’amore, poi dall ragione».

Amore che lo porta a puntare sempre di più sulla sostenibilità come già successo per la sfilata eco friendly nei campi di lavanda, un’idea vincente che gli è valsa gli onori delle cronache per mesi. E sempre nel nome de “L’Amour“, Jacquemus ha scelto un ritmo più sostenibile per la presentazione delle collezioni, decidendo di far sfilare uomo e donna insieme già l’anno scorso:

«una decisione che quest’anno ci ha salvati – spiega – perché avevamo ricevuto tutti i nostri ordini di tessuto prima del lockdown. Con questa piccola collezione, presentata soprattutto alle nostre famiglie e amici, portiamo i nostri mondi interiori all’esterno e interpretiamo gli umili tessuti e oggetti con cui viviamo e che hanno ciascuno la sua poesia da recitare».

I Colori della Collezione

La palette cromatica pone l’accento sul giallo: pieno ma delicato. Ha preso il posto del rosa, fil rose della collezione dell’estate 2020: questa precisa sfumatura di giallo sembra rubata ai quadri en plein air e si abbina alla perfezione al nero, al bianco e al verde. La moda di Simon Porte è giocata sul ton sur ton, ancor più potente se vediamo i look total yellow sullo sfondo del grano maturo.

Per quanto riguarda gli accessori, lo stilista punta sui sandali minimali con lacci e l’iconica borsetta La Chiquito proposta anche come charms per gli orecchini. E sono infatti i gioielli ad adornare il viso delle modelle: maxi earrings d’oro a forma di foglia o di spiga. I capelli sono lunghi, lasciati al vento, o raccolti in chignon scomposti anche trattenuti da lunghi spilloni.

Una poesia che è nelle piccole cose, in tagli asciutti ma non privi di genio, come il primo abito bianco con bretelle che decorano la scollatura e una gonna svasata talmente fluida da sembrare un pantalone. Un’eleganza semplice ma mai rustica malgrado l’ambientazione. «L’Amore si rivela in piccole meraviglie». Jacquemus pure.

By |2020-07-21T16:48:24+00:00Luglio 17th, 2020|#Fashion, Griglia Homepage|

About the Author:

Giovanna Montano