Una sorta di topo gigante si copre il volto con le mani. Le sculture di Kaws invadono le città (in maniera virtuale), ben dodici posti del globo

Kaws in Città - Neomag.

L’emergenza sanitaria di questi giorni, e la conseguente chiusura delle istituzioni culturali del continente europeo, sta dimostrando la grande forza di volontà e lo spirito di iniziativa di tantissimi musei, pronti a rispondere alla crisi attraverso iniziative dinamiche e chiaramente digitali.

Di questo filone fa parte anche l’iniziativa di Brian Donnelly, noto professionalmente come Kaws. Ha collaborato con Acute art per il lancio di “Expandend Holiday”, un progetto che prevede una serie di sculture 3D che saranno presenti in 12 città di tutto il mondo in realtà aumentata, fino al 26 marzo.
Un progetto che rappresenta un nuovo modello espositivo, ma che è anche composto da una normale mostra aperta al pubblico.



Monumenti Virtuali disponibili online

“Quando mi sono reso conto della qualità che si poteva ottenere con la realtà aumentata, sono stato immediatamente attratto dal suo potenziale. Ho creato oggetti ed esposto opere in spazi pubblici per tutta la mia carriera, e questo mi permette di espandere il mio lavoro in un’arena completamente nuova. Le possibilità di location e di scala sono infinite, e sono entusiasta di iniziare un nuovo dialogo in questo mezzo”.

Da Hong Kong a Londra, da Melbourne a New York a Seoul, le sculture di Kaws invadono le Città e spiccano al centro di un incrocio stradale, sulla punta di un grattacielo o negli spazi interni di una stazione ferroviaria. Si tratta di grandi pupazzoni dall’aspetto “cartoonesco”, in linea con la produzione dell’artista, famoso per i suoi personaggi che richiamano il mondo del fumetto e dell’animazione per bambini.

Kaws in Città - neomag.
Kaws al mare - neomag.

Come vedere le Sculture di Kaws

Per vedere questa particolare mostra basta scaricare l’app di acute art, tutti potranno conservare le opere per sette o trenta giorni e si potranno condividere le proprie esperienze attraverso i social media.
Con questo progetto Kaws apre nuovi orizzonti, ma ritorna anche ai suoi inizi.

Dalla street art, al recupero degli spazi pubblici sino al design, Kaws oggi ha rotto tutti gli schemi, creando un nuovo pubblico globale.