A Londra nasce il Negozio di Banksy: nessuno può entrare e resterà lì solo due settimane.
Come comprare oggetti nella vetrina dello street artist?

Negozio di Banksy - Neomag.

Il famoso street artist Banksy ha aperto una sorta di negozio a Londra, nel quartiere di Croydon, nel sud della città. Un’istallazione sui generis, la più grande che abbia mai realizzato.

Il negozio di Banksy – chiamato “Gross Domestic Product” – ha una particolarità: non si può entrare. Le vetrine sulla strada sono piene di opere d’arte di Banksy e oggetti decorati con alcuni dei suoi famosi lavori.

                                                                    Booking.com

Opere di Banksy in Vendita - Neomag.

Come comprare prodotti nel negozio di Banksy

I prodotti in vendita potranno essere comprati attraverso un negozio online che sarà aperto nei prossimi giorni. Questo quanto riferito dallo stesso Banksy con un comunicato appeso in vetrina, mentre il negozio fisico resterà aperto per le prossime due settimane.

Quando è stato aperto il Negozio di Banksy

Il negozio è stato aperto martedì 1 Ottobre e occupa i locali dove prima si trovava un negozio di tappeti e moquette. Tra gli oggetti in vendita ci sono un tappeto ispirato al personaggio di Tony the Tiger (la mascotte dei cereali Kellogg’s); una palla da discoteca realizzata con un elmetto della polizia e un gioco per bambini con figure di migranti da caricare su un camion da trasporto. Nella vetrina si vedono anche tazze, piatti e t-shirt decorate con i disegni di alcune famose opere di Banksy.

Perchè Banksy ha aperto un negozio

Nel comunicato appeso nella vetrina del negozio, Banksy ha spiegato di aver aperto il negozio per motivi legali. Ha spiegato che un’azienda che vende cartoline di auguri sta cercando di appropriarsi dei diritti commerciali esclusivi del nome “Banksy” e che secondo i suoi avvocati vendere a sua volta prodotti al pubblico avrebbe aiutato a vincere il contenzioso.

Mark Stephens, un avvocato esperto di diritto dell’arte che sta dando aiuto a Banksy, ha spiegato al Guardian che secondo le leggi commerciali, se un certo marchio non viene usato a fini commerciali per un certo periodo di tempo può essere reclamato da altri e che per questo Banksy ha dovuto produrre oggetti di ogni tipo con il suo marchio.

I ricavi della vendita degli oggetti,’  ha detto Banksy, ‘saranno usati per comprare una nuova nave per la Ong Open Arms, che opera da tempo nel Mediterraneo per soccorrere i migranti.’