Entro la fine del 2019 il volto di Virgilio sarà sulla nuova metro del Centro Direzionale. La Metro dell’arte aggiunge un tassello

Metro - centro - direzionale - Neomag.

Sarà l’artista Jorge Rodriguez-Geradaconosciuto in tutto il mondo per i suoi interventi di land art, ad immortalare ed omaggiarci del volto di Virgilio sulla nuova metro del Centro Direzionale.

Il soggetto è stato scelto per rievocare la leggenda dell’uovo sepolto sotto le fondamenta del Castel dell’Ovo.

Difatti Napoli ha avuto, nel corso del Medioevo, un rapporto privilegiato con il poeta latino Publio Virgilio Marone. Chiamato anche Virgilio Mago dalla popolazione che lo ha venerato come Liberatore, venuto a salvare la città da svariate forme di malefici e pestilenze. Un vero e proprio poeta alchimista.

Secondo un’antica leggenda napoletane, fu deposto, all’interno di una gabbia di ferro che fece murare in una nicchia misteriosa delle sue fondamenta, nelle viscere del castello, un uovo.  Alla rottura di questultimo, tutta la città sarebbe crollata. Un versione differente narra che l’uovo fu custodito in una caraffa di cristallo molto pregiata, sigillata e nascosta nelle mura.

Fu la regina Giovanna I di Napoli a sostituire l’uovo che si sarebbe danneggiato a seguito di un crollo che coinvolse il castello.

Il suo intervento placò lo stato di agitazione nel quale versava il popolo napoletano, in vista di una grave minaccia che avrebbe colpito la città, come narrava la leggenda profetica.

                                                        Booking.com

La Metro dell’arte di Napoli

Dopo la nuova Livrea per la Circumvesuviana di Napoli, con l’entrata in scena di Virgilio, Napoli  diventa l’unica città al mondo con un museo accessibile a tutti,  ripartito tra le stazioni della metropolitana.

Aderisce difatti al progetto Metro dell’arte, volto rendere più accoglienti e piacevoli i luoghi della mobilità pubblica, facendo in modo che tutti possano ammirare la bellezza di alcune tra le più belle opere dell’arte contemporanea.

Inizialmente la copertura doveva essere composta da mattonelle, poi il cambio di rotta ha portato alla creazione di un’opera unica!

Difatti, la parte superiore della stazione sarà realizzato in legno ondulato e tutti potranno ammirare il volto del Poeta solo dal cielo.

Dal basso non sarà possibile distinguere i contorni, sembrerà un tetto molto colorato.

La vera sorpresa la riceveranno tutti i turisti che, dagli aerei, potranno ammirare il volto di Virgilio in bella vista!

Un bel modo per essere accolti, no?