La prima cover digitale di Neomag è sul concetto di bellezza. ‘Essere me stessa e sentirmi bella’ non sempre sono concetti che si sposano alla perfezione

Essere me stessa

Sempre più spesso ci troviamo a dibattere sul ruolo e sul concetto di bellezza. Quello che rappresenta, che esprime e come si percepisce. E, altrettanto spesso, ci siamo ritrovati ad affiancare il concetto di bellezza a quello di un corpo. Corpi che, sempre più spesso, vengono mostrati, nascosti, giudicati, rivendicati, amati, odiati, intorno ai quali si costruiscono e si spezzano intere vite.

Un argomento difficile, capace allo stesso tempi di scuotere l’animo di molti e la insensibilità di tanti. Così noi di Neomag abbiamo deciso di affrontare l’argomento, dandogli un volto e una voce.



Essere me stessa è la prima forma di bellezza

Mapy Suarez è la ragazza che ha prestato il suo volto per la prima Digital Cover di Neomag. Ha prestato il suo corpo agli scatti del fotografo Roberto Rigillo e ha deciso di dare il volto ad un concetto di bellezza che spesso viene nascosto.

“Una è più autentica quanto più assomiglia all’idea che ha sognato di se stessa.”

Una citazione del film ‘Tutto su mia madre‘ che la stessa Maria Paola, in arte Mapy, ci ha riportato nella sua intervista. Una frase che arriva dritta a tutte quelle persone, non solo donne, che da tutta la vita vivono in quel territorio intermedio in cui una 44 appare come una vittoria e una 46 come una bruciante sconfitta.

“Essere me stessa!” è un concetto che va oltre il peso, essere me stessa è un concetto che ci vede così come lo immaginiamo nella testa, è così come ci mostriamo, come interagiamo, come parliamo. Essere se stessi è la consapevolezza di essere più della taglia che portiamo.

Sembrano discorsi scontati, discorsi che a dirsi sono facili, ma che non sempre hanno un effettivo riscontro nella realtà.

La bellezza - neomag.

La bellezza di un corpo

In un’epoca in cui termini come Body Shaming e Cat Calling sono entrati nel vocabolario quotidiano, in cui la donna non è più soltanto ‘un corpo’, la bellezza ha bisogno di avere nuovi stereotipi. Con questo non vogliamo assolutamente entrare nella sfera della saccenza, non abbiamo la volontà di fare la predica. Con questa cover non vogliamo dire, o suggerire, che tutti i corpi sono bellissimi in qualsiasi momento, né tantomeno vogliamo osannare a tutti i costi le imperfezioni e i difetti.

Semplicemente la cover di Neomag si prefissa l’obbligo di ricordare che tutti vivono il proprio aspetto fisico e il proprio peso in modo diverso. Che ogni singola imperfezione rende a suo modo unica una persona, bella in maniera differente dalle altre. Mettere in copertina una modella acclamata, che risponde alla perfezione a tutti gli standard imposti dal mondo circostante, non è rappresentare il concetto di bellezza. E’ rappresentare soltanto uno stereotipo di femminilità.

“Essere me stessa” va aldilà degli stereotipi, mira a parlare al cuore di tutte le persone (non solo donne, lo ribadiamo) che si sentono belle nella loro taglia, nella loro vita, nei propri difetti. Essere me stessa vuol dire apprezzarsi, apprezzarsi vuol dire essere belli sopra ogni cosa!

Credits
PhotographerRoberto Rigillo
ModelMapy Suarez
Styling & Make up DirectionRoberta Vinagro
Make up ArtistCarlo Campagna
Curator & Editorial CoordinationGiovanna Montano
ProductionNeobrand