Il Domino Park di Brooklyn è diventato uno dei parchi più sicuri della città grazie ai cerchi bianchi per indicare le aree di socializzazione sicure

Brooklyn’s Domino Park - neomag.

In seguito alla pandemia globale di Coronavirus tutti siamo stati costretti a cambiare le nostre abitudini di vita. Molti spazi hanno dovuto adattarsi alle nuove esigenze di distanziamento sociale. Da Amsterdam abbiamo visto la prima risposta per godersi una romantica cena nelle serres séparées, come ai vecchi tempi.

Un’altra risposta al Social Dinstancing arriva dal Domino Park di Brooklyn.  L’idea è un modo intelligente per incoraggiare e garantire la sicurezza al parco. Attraverso una serie di cerchi bianchi sul prato nel Parco vengono delimitate le aree di socializzazione sicure, dove prendere il sole, leggere e godersi il tempo all’aria aperta ma nel totale rispetto della distanza sociale.



Brooklyn’s Domino Park

Inaugurato il 20 giugno 2018 nel cuore di Williamsburg, il Brooklyn’s Domino Park è, in questo modo, di nuovo pronto ad accogliere i suoi avventori. Progettato dall’architetto e teorico del paesaggio James Corner, lo spazio verde si estende per 2,4 ettari.

Il parco, punto di ritrovo sia per bambini che per adulti, conta al suo interno un playgroud, che imita in tutto e per tutto il vecchio zuccherificio chiuso nel 2014, un campo da beach volley, uno da bocce, uno spazio dedicato alle fontane che di sera si esibiscono in giochi d’acqua, una scalinata dove ci si può fermare a godere del sole e del panorama e anche un ristorante di cucina messicana.

E visto che i parchi a New York non hanno mai smesso di essere frequentati, neanche durante i momenti peggiori della pandemia causata dal Covid-19, le autorità hanno deciso di intervenire permettendo a tutti di poterne usufruire riuscendo però a rispettare le norme imposte dal distanziamento sociale.

I Cerchi Bianchi del Domino Park

L’opera dei cerchi Bianchi è stata voluta dalle autorità locali per limitare le possibilità di contagio anche all’aria aperta. Offre ai visitatori delle chiare guide visive che rendono più semplice la possibilità di godersi le giornate senza dover stare troppo a pensare a come sarebbe più giusto farlo.

Un’opera intelligente che permette alle persone, se pur ad un numero ristretto vista la riduzione dello spazio, di poter ricominciare a vivere tutti i luoghi delle proprie città.