fbpx

30 anni dalla Caduta del Muro di Berlino: la Street Art di Berlino

La nascita della Street Art di Berlino coincide con la caduta del Muro di Berlino? Scopriamolo insieme

Berlin 1989 mostra - Neomag.

9 Novembre 2019. Una data importante. Ricorre il 30° anniversario della caduta del muro di Berlino. Cogliamo l’occasione per segnalarvi la mostra BERLIN 1989 che si terrà, presso le Gallerie d’Italia di Napoli.

Il Palazzo Zevallos Stigliano, dal 12 ottobre 2019 al 19 gennaio 2020, ospiterà la mostra con l’intento di raccontare i fermenti della scena artistica tedesca degli anni Ottanta.

Quando nasce la Street Art di Berlino

Ed è proprio l’arte berlinese ad interessarci. In particolare la Street Art di Berlino. Potremmo pensare che sia nata quando il muro di Berlino è stato abbattuto e invece no. La street art di Berlino è nata proprio quando il muro venne eretto.

Nel 1961, quando di fatto venne costruito quel segmento lungo oltre un chilometro denominato East Side Gallery, quel segmento, ma anche muri di edifici della città, divennero il luogo dove i berlinesi potevano esprimere le proprie opinioni.

Potremmo definirlo un muro catartico, di protesta. Un muro che univa oltre la separazione. Il lato ovest, fu completamente coperto da graffiti, durante la Guerra fredda. Il lato est, inavvicinabile a quei tempi, fu “dipinto” dopo la caduta del muro di Berlino da artisti che, attraverso i murales, esprimevano esattamente il cambiamento storico e politico che si stava verificando in città e non solo.

Da quel momento, la città divenne il simbolo della Street Art. Per la sua componente storico – emotiva e per il risvolto artistico, Berlino e la sua Street Art vengono visitate ogni anno da milioni di visitatori che restano affascinati da un’arte DA e PER il POPOLO, non solo di quei  tempi, ma anche di oggi.

La Street Art si può vedere ovunque a Berlino. Su teli, facciate, nelle entrate delle case e sui muri, ma anche in posti in cui in genere non ci si aspetta alcuna forma di arte. L’arte in luoghi all’aperto affascina allo stesso modo sia i berlinesi che i turisti”

 VisitBerlin

ente ufficiale del turismo a Berlino

Gli street artist di Berlino

Berlino è una catalizzatrice di artisti da tutto il mondo. Basti pensare a Bansky, Blu, passando per El BochoXOOOOX che hanno donato alla città la propria arte.

                                         Booking.com

Blu, artista italiano, ad esempio ha dedicato a Berlino ben 5 opere, al momento quasi del tutto cancellate. La principale, ancora oggi visibile, è un grande murale che ritrae un uomo rosa, formato da una serie di piccoli uomini di dimensioni minori. L’uomo non è altro che un mostro, composto da mille sfaccettature, connesse in maniera caotica, intento a mangiare le sue vittime, alimentando la sua sete di vita. Leviatano.

L’altra opera, ancora  visibile, è in Kopenicker Straße,  chiamata Muro, che rappresenta semplicemente varie lastre di un muro che diventano a poco a poco banconote, per far raffigurare il concetto del bene del popolo che soccombe agli interessi economici e al potere.

Vi segnaliamo anche i Murale di Os Gemeos, in Oppelner Strasse, oppure il Murale di ROA in Skalitzer Strasse. Da non perdere il Cosmonauta, dipinto nel 2007 da Victor Ash, considerato il più grande disegno stencil in tutto il mondo.

C’è davvero tanto da ammirare a Berlino. Che ne dite di un bel weekend fuori porta tra street art e storia?

Frattanto, vi lasciamo qualche immagine da poter assaporare in anteprima.

Visualizza questo post su Instagram

The Berlin Wall

Un post condiviso da Alex (@alexhandley) in data:

By |2019-11-11T14:56:53+00:00Novembre 8th, 2019|#Art|

About the Author:

Mariagrazia Di Domenico